Société Gènérale di fessi

Ogni mattina escono un dritto ed un fesso e, se s’incontrano, entrambi hanno fatto la giornata. Perciò, Parigi, al quartier generale della Socgen, ed in qualche paradiso fiscale-tropicale, ci sono due persone molto contente: quello che ha fottuto 10.000 miliardi di lire alla banca ed responsabile della sicurezza della banca che ben si merita di essere truffata, ed a questo livello, perchè non ha, evidentemente, messo in atto misure di sicurezza adeguate a 4,9 miliardi di euro.

La truffa, fatta da un impiegato di medio livello, è la prova provata che il mondo occidentale sta per fare la fine dell’Unione Sovietica e per le stesse ragioni. Come accadeva nell’ex URSS, i datori di lavoro fanno finta di dare uno stipendio ai dipendenti e questi fanno finta di lavorare, passando gran parte del tempo a cazzeggiare, perdersi su internet, scaricare film e musica, nonchè, come ben documenta Camera Caffè, a fare sedute di psicodramma davanti alla macchinetta del caffè. Nel contempo i big brass, i dirigenti di alto livello delle banche e delle multinazionali, non ostante i casini che fanno ogni giorno, si prendono ogni anno retribuzioni che sono 300/400 volte quelle di uno dei loro dipendenti.
E, allora, perchè ci meravigliamo che un impiegato, che si vede costretto alla miseria e che è considerato dall’azienda meno di una fotocopiatrice, si organizzi per bene per fottere l’azienda?
E, sopratutto, perchè biasimarlo se sono stati proprio i dirigenti super pagati a creare le condizioni per cui l’ultima ruota del carro riesce a fottere alla banca 4,9 miliardi di euro?