Lusso, lussuria e pubblicità

Periodicamente, quando non c'è niente su cui polemizzare, scoppiano le polemiche sull'uso del corpo della donna a scopi pubblicitari, vale a dire che un gruppo di femministe (e femministi di rincalzo) attaccano il variopinto mondo della pubblicità dove quasi tutto si cerca di vendere con l'esibizione di vari centimetri di carne umana femminile. Lasciando un … Continua a leggere Lusso, lussuria e pubblicità

È la pubblicità, bellezza!

Al Meet The Media Guru Marco Pratellesi, direttore di Corriere.it, faceva notare che la crisi (di vendite) della stampa è precedente allo sviluppo di Internet, e questo l'ho ricollegato a certe considerazioni sulla perdita del senso della pubblicità, ormai più forma d'arte, (quindi tutta tesa a dare lustro, premi e notorietà ai pubblicitari per un … Continua a leggere È la pubblicità, bellezza!

Carta spuntata

La caduta continua della pubblicità sulla carta stampata, causata in parte dalla crisi economica, ma sopratutto dal dirottamento degli investimenti verso internet, sta facendo andare in fibrillazione i padroni dei giornali, non tanto perchè temono i bilanci in rosso, quello non è un problema, alla fine sistemano tutto con i finanziamenti pubblici e con i … Continua a leggere Carta spuntata

Crisi: effetti collaterali involontari.

Per effetto della crisi finanziaria, che sta bruscamente piegando verso quella economica, il 45% degli americani ha ridotto il consumo di cibo per risparmiare denari; un incremento del 12% rispetto al 2007.Avremo perciò meno coronarie schiantate dal cibo spazzatura e meno persone a rischio diabete, ma aumenterà la pubblicità di merendine e bibite gasate che … Continua a leggere Crisi: effetti collaterali involontari.

Tutto il potere all’advertising

Il New York Times ha deciso che l'accesso al giornale tramite Internet sarà gratuito.Anzi, il NYT ha anche rimborsato gli abbonati, che è un bel gesto di customer care per noi italici abituati a vedere che le telco fanno prezzi più bassi ai nuovi abbonati e lasciano invariati quelli dei vecchi clienti.Siccome al NYT non … Continua a leggere Tutto il potere all’advertising