Succhiasoldi

Molti lamentosi italici pensano di vivere in uno stato vampiro la cui attività primaria è trovare anche il più piccolo capillare per succhiare soldi ai quei poverini che non sono ancora potuti emigrare.

Ma siccome il vampirismo è contagioso, anche le aziende private s’industriano su come spillare denari, goccia e goccia, che, con un effetto Coda Lunga, alla fine fanno diversi milioni di euro.

A giugno 2008 un amico ha fittato un’auto da un’importante società di noleggio e a novembre si è trovato altri 48 euro addebitati, ovviamente, senza nessuna spiegazione.

Dopo lunghe attese, ascoltando melense musichine, il call center gli spiega che i 48 euro sono dovuti per una multa e il mio amico si mette l’animo in pace perchè è un buon cittadino.

Il 12 gennaio gli viene notificato un atto giudiziario dalla Polizia Municipale del comune dove aveva beccato la famosa multa.

Pazienza, pensa, si tratta della multa già pagata per suo conto dalla società di noleggio auto.

Ma forse è meglio informarsi, e il gentile vigile gli dice che: 1) la multa non risulta pagata, 2) che non è di 48€ ma di 79€.

A questo punto richiama la società di noleggio e scopre l’arcano:

gli avevano addebitato 48 euro per (le loro) spese amministrative per aver dovuto comunicare alla polizia municipale generalità e indirizzo del conducente.

Ben 48 euro, cioè 96.940,96 Lire, per fare una telefonata o, al più una raccomandata, sono un ottimo sistema per arrotondare le entrate e migliorare i bilanci.
Annunci